La natura della partnership

Fondazione Casa della carità, Fondazione Caritas Ambrosiana, Associazione San Fedele e Cooperativa Farsi Prossimo sono i soggetti ideatori del modello presentato attraverso il progetto “Struttura di prossimità per la grave marginalità a Milano”, presentato alla manifestazione di interesse indetta da Regione Lombardia ATS Milano Città Metropolitana.

Fondazione Progetto Arca, Opera San Francesco, Croce Rossa Italiana Comitato di Milano, Consorzio SIR, Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, Medici volontari italiani, Opera cardinal Ferrari, nell’ambito della stessa manifestazione di interesse, hanno presentato il progetto “Cure di Prossimità”.

Al progetto “Sperimentazione di struttura di prossimità per la grave marginalità a Milano” è stato assegnato il maggior punteggio.

Al tavolo di co-progettazione con ATS Milano Città Metropolitana, il progetto “Struttura di prossimità per la grave marginalità a Milano” è diventato “Sperimentazione di struttura di prossimità per la grave marginalità a Milano” ed è stato integrato con azioni che sono state affidate a nuovi soggetti partner: Fondazione Progetto Arca, Opera San Francesco, Croce Rossa Italiana Comitato di Milano, Consorzio SIR, Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, Medici volontari italiani.

I dieci membri si sono raggruppati in Associazione temporanea di scopo conferendo a Fondazione Casa della carità il ruolo di capofila con mandato di rappresentanza, designato come soggetto beneficiario e gestore del finanziamento.


IL TITOLARE DELLA SPERIMENTAZIONE

L’ ATS della Città Metropolitana di Milano, l’Agenzia di Tutela della Salute, è stata istituita con la Legge Regionale n. 23/2015 – Evoluzione del Sistema Socio sanitario Lombardo. L’Agenzia comprende 193 comuni e raccoglie i territori delle quattro ex ASL: Milano, Milano 1, Milano 2, Lodi.

L’ATS ha il compito di

  • garantire il governo della rete sanitaria e sociosanitaria nel proprio ambito territoriale, favorendo l’integrazione della rete di erogazione con la rete sociale del territorio
  • stipulare contratti con i soggetti erogatori pubblici e privati accreditati del territorio di competenza
  • garantire il raggiungimento degli obiettivi previsti nel Piano Sociosanitario Integrato Lombardo

La Legge Regionale attribuisce all’ATS funzioni di: negoziazione e acquisto delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie dalle strutture accreditate; governo del percorso di presa in carico della persona in tutta la rete dei servizi sanitari, sociosanitari e sociali; governo dell’assistenza primaria e del convenzionamento delle cure primarie; governo e promozione dei programmi di educazione alla salute, prevenzione, assistenza, cura e riabilitazione; promozione della sicurezza alimentare, medica e medica veterinaria; sanità pubblica veterinaria; prevenzione e controllo della salute negli ambienti di vita e di lavoro; attuazione degli indirizzi regionali e monitoraggio della spesa in materia di farmaceutica, dietetica e protesica; vigilanza e controllo sulle strutture e sulle unità d’offerta sanitarie, socio sanitarie e sociali.


L’ENTE CAPOFILA

La Casa della carità è una Fondazione che persegue finalità sociali e culturali: accoglie e ospita persone in difficoltà supportandole in un percorso di reinserimento sociale; organizza e promuove iniziative culturali.


I PARTNER

Associazione San Fedele si occupa di fragilità sociale in ambito sanitario con azioni di educazione sanitaria e distribuzione di farmaci, studi medici, servizi di accompagnamento per il corretto accesso alle strutture pubbliche.


Caritas Ambrosiana è l’organismo pastorale della Diocesi di Milano istituito al fine di promuovere la testimonianza della carità, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace. È inoltre lo strumento della Diocesi per la promozione e il coordinamento delle iniziative caritative e assistenziali.


Cooperativa Farsi Prossimo progetta e gestisce servizi socio-educativi a beneficio dei soggetti più fragili sviluppando reti e relazioni sociali e territoriali in collaborazione con altri enti pubblici o del privato sociale.


Fondazione Progetto Arca interviene negli ambiti di bisogno delle persone in difficoltà, fornendo assistenza primaria e promuovendo percorsi di autonomia e integrazione sociale. 


Opera San Francesco per i poveri è impegnata ad assicurare assistenza e accoglienza per le persone in difficoltà fornendo pasti, servizi di docce e guardaroba, visite mediche e farmaci, oltre offrire progetti di housing first, sociale e sanitario, percorsi di orientamento e sostegno per la ricerca e il mantenimento del lavoro, progetti personalizzati di sostegno sociale.


Croce Rossa Italiana Comitato di Milano tutela la salute delle persone, promuove l’inclusione sociale con azioni di supporto per le persone più vulnerabili, interviene in situazioni di emergenza.


Consorzio SIR (Solidarietà in rete) è un sistema di imprese sociali di comunità incentrato sui bisogni e i diritti delle fasce più deboli della popolazione. Sostiene le persone e le famiglie promuovendo lo sviluppo sociale e culturale dei cittadini.


Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta (Gruppo di Milano) opera per dare assistenza e pronto soccorso alle persone in stato di necessità. 


Medici volontari italiani assiste bisognosi ed emarginati che non hanno accesso all’assistenza sanitaria pubblica con un poliambulatorio, un punto medico e un’unità medica mobile.


IL MODELLO ORGANIZZATIVO

I soggetti coinvolti si sono dotati di un sistema di governance con l’obiettivo di promuovere la coesione interna e di coordinare l’implementazione del modello sperimentale.

L’organizzazione è strutturata in quattro livelli:

  1. il Comitato di strategia direzionale, che ha compiti politici di garanzia del raggiungimento delle finalità istituzionali, di attribuzione delle responsabilità e di verifica;
  2. i quattro contenitori tecnico-professionali delle equipe multidisciplinari (Cure primarie, Centri diurni, Equipe di prossimità, PUA), che hanno il compito di presidiare gli aspetti tecnici e organizzativi del progetto;
  3. l’Assemblea delle istituzioni e dei servizi pubblici locali, come espressione dell’esercizio del welfare di comunità;
  4. l’Assemblea di comunità, che ha l’obiettivo della partecipazione attiva di tutti i soggetti che operano nella comunità, garantendo capacità di intervento su orientamenti e investimenti.

Ulteriori strumenti per di gestione a supporto della governance sono:

  • la comunicazione (interna ed esterna), con eventi di presentazione e restituzione del progetto;
  • l’amministrazione e la rendicontazione, con la verifica della sostenibilità economica.